ven

28

ott

2016

Alpocat: 'Attuare senza timore l’ordinanza contro l’abusivismo commerciale'

Fenomeno de parcheggiatori abusivi non ancora debellato 

Alpocat-Attuare-senza-timore-lordinanza-contro-labusivismo-commerciale
"Sembrava che almeno in una zona di Catanzaro, nello specifico viale Pio X, il problema dei parcheggiatori abusivi e dell’accattonaggio molesto fosse stato risolto. Le diverse azioni perpetrate nei confronti dei soggetti che non rispettavano la legge hanno portato a qualche mese di quiete e di respiro per i residenti del posto e per le numerose persone che giornalmente, visto il vicino ospedale civile, transitano in quella zona. Purtroppo però si è costretti ad usare il verbo al passato poiché, ad oggi, ci si trova nuovamente a denunciare il ritorno dei soliti parcheggiatori abusivi che offrono un parcheggio libero e “sicuro” in cambio di un obolo. Questo fenomeno è sotto gli occhi di tutti, a partire dal primo cittadino, al capo della polizia municipale, al Questore e al Prefetto, a quest’ultimo chiesto un incontro qualche giorno fa; tutti fanno finta di nulla o si limitano a tamponare il fenomeno con qualche blitz interforze sporadico o con il posizionamento di un’auto della polizia municipale di vedetta. Anche sulla pratica del pattugliamento della polizia municipale ci sarebbe da soffermarsi a riflettere su come viene gestita la situazione: è impensabile che si risolva il problema parcheggiando l’autovettura di sevizio, tra l’altro in divieto di sosta, per poi abbandonarla allontanandosi dal luogo del reato per recarsi altrove. Che senso ha piazzare degli agenti all’interno di un auto e sistemarli in una zona d’ombra senza curarsi di cosa succeda a 20 mt di distanza? Sappiamo tutti che il fenomeno non si combatte nascondendosi ma affrontando la situazione a muso duro! Non va meglio qualche chilometri più a sud, dove l’intero piazzale A. Moro risulta occupato da extracomunitari che oltre ad espletare la pratica abusiva del parcheggiatore, trasformano l’area urbana in una vera e propria dimora a cielo aperto dormendo, lavandosi e perfino espletando i propri bisogni; il tutto incuranti delle famiglie che abitano nei dintorni e ai passanti occasionali, costretti, loro malgrado, ad assistere a tutto ciò. Nella zona lido di Catanzaro la situazione non è migliore; a partire dalla zona della stazione FS fino a P.zza Dogana, antistante il lungomare, l’illegalità fa parte della quotidianità e a dar man forte a queste persone ci pensa ogni sera una cooperativa del luogo, che porta loro cibo e bevande dopo la “dura giornata di lavoro”. Sappiamo benissimo che dietro la carità si nasconde il business, visto che questa cooperativa, come tutte le altre sparse per l’Italia, ricevono finanziamenti nello svolgere queste azione. Abusivismo significa violazione di leggi e regolamenti. I parcheggiatori abusivi contravvengono al codice della strada (art. 7, comma 15 bis), che recita “Salvo che il fatto costituisca reato, coloro che esercitano abusivamente, anche avvalendosi di altre persone, ovvero determinano altri ad esercitare abusivamente l'attività di parcheggiatore o guardiamacchine sono puniti con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 765 a euro 3.076. Se nell'attività sono impiegati minori la somma è raddoppiata. Si applica, in ogni caso, la sanzione accessoria della confisca delle somme percepite, secondo le norme del capo I, sezione II, del titolo VI.” Mentre i venditori abusivi che troviamo sul lungomare violano il regolamento del commercio su aree pubbliche (artt. 2 e 4). Il movimento Al.Po.Cat. chiede a gran voce al Prefetto che venga attuata e fatta rispettare la legge, espletando un piano capace di risolvere la situazione. Venga attuato un pattugliamento più intensivo nelle zone interessate da questo fenomeno, con conseguente confisca della somma percepita con l’illecito e conseguente identificazione del soggetto che si rende colpevole del reato, arrivando ove necessario e in presenza di reiterazione ad allontanarlo dal comune di Catanzaro tramite foglio di via. Chiediamo infine anche al Sindaco Sergio Abramo di attuare senza timore l’ordinanza contro l’abusivismo commerciale e il divieto di contrattazione e di acquisto merce a tutela dei cittadini commercianti che pagano le tasse e lavorano onestamente".
0 Commenti

ven

27

mag

2016

Via Caduti sul Lavoro sembrava Kabul, intervento per riparare buche e i residenti ringraziano

"La strada di via Caduti sul Lavoro fino a qualche giorno fa poteva essere paragonata alla più dispersa strada di Beirut, Kabul, Afghanistan, dopo aver ricevuto il rastrellamento da parte di caccia bombardieri.

Per un anno intero le circa 20 famiglie residenti e gli uffici in loco, per poter arrivare nelle proprie abitazioni o posti di lavoro, dovevano fare attenzione a come percorrere la strada per preservare la propria auto. Solo i più fortunati possessori di auto rally o moto cross riuscivano a divertirsi. Via Caduti sul Lavoro di sicuro non è una strada principale e non si snoda nel centro storico, ma non per questo deve essere abbandonata al proprio destino. Come residenti di questa via siamo contenti dell’attenzione ricevuta da parte dell’amministrazione comunale; contenti di aver ricevuto l’asfalto per coprire le buche, poter camminare a piedi o in auto in tutta tranquillità, senza dover fare attenzione ad evitare una buca grande per finire in una più piccola. In primis il nostro ringraziamento va a Stefano Mellea, presidente del movimento AlPoCat che non appena è stato chiamato da noi residenti si è reso subito disponibile mettendosi a lavoro per risolvere questa situazione che andava avanti da almeno un anno. Un ringraziamento va anche all’assessore Longo, che chiamato dal movimento AlPoCat e portato sul posto per far vedere la situazione, ha subito mobilitato la macchina amministrativa. Non ci resta che dire, meglio tardi che mai, ma sicuramente le prossime volte se dovesse servire sappiamo che in città esiste un movimento che battaglia e cerca di risolvere i problemi dei cittadini catanzaresi". 

0 Commenti

lun

18

apr

2016

Compenso a consulente marketing: critiche da Alpocat

Visti gli obiettivi iniziali, possiamo dire il classico elefante che partorisce il topolino

In questi mesi il movimento Alpocat - si legge in una nota dello stesso Movimento -  è rimasto volutamente in silenzio poiché era giusto far lavorare serenamente l’incaricato del comune Dott. Pellegrino, assunto per creare un piano di intervento di valorizzazione e marketing per il centro storico di Catanzaro.

Dopo quattro mesi di incarico, 25.000€ di compenso, un ulteriore mese di proroga fino il 5 maggio e tanti incontri con associazioni di categoria, ci si ritrova con un’unica iniziativa che vede un contributo di circa 4.000€ a cinque nuove attività commerciali da avviare nel centro storico.

Poco, visto gli sforzi e gli obiettivi iniziali, possiamo dire il classico elefante che partorisce il topolino; concetto che AlPoCat ha riportato con estrema schiettezza mediante mail al Dott. Pellegrino (dimostratosi peraltro molto disponibile e cortese) in questi giorni. Che sia chiaro, AlPoCat non mette in dubbio le capacità professionali di quest’ultimo, tutt’altro, ma c’è un dato inconfutabile e incontrovertibile: alla data di Aprile 2016 nulla sembra cambiato e, cosa più grave, non sembrano vi siano all’orizzonte progetti o idee utili alla causa.

Altro dato rappresentativo (già riportato dal consigliere Giglio): siamo davanti a una delle poche situazioni dove l’investitore (il comune di Catanzaro) paga un consulente esterno (il Dott. Pellegrino) più della somma dedicata alla start-up ideata (in questo caso 20.000€ per incentivare l’apertura di 5 attività commerciali).

Come sempre nel capoluogo tanta confusione, tanta incompetenza (delle classi dirigenti), molti sprechi e pochissime idee.

Unico dato positivo: il comitato “No rumore”, che tante polemiche sta creando in quella parte di città che “funziona” un po’ meglio, può continuare a dormire sonni tranquilli: lo stato di torpore nel quale il centro storico sembra caduto è destinato a durare ancora molto tempo.

0 Commenti

lun

14

mar

2016

Presentato anche il comitato Catanzaro no triv (CON VIDEO)

Questa mattina a Palazzo De Nobili 

leggi di più

gio

10

mar

2016

Associazione Alpocat aderisce al comitato No Triv

Diciamo no a questo scempio perpetrato dal governo Renzi

leggi di più 0 Commenti

lun

01

feb

2016

30/1/1972 - 30/1/2016 Nel ricordo di chi morì a Derry... Bloody Sunday

In ricordo delle 14 vittime Irlandesi, di cui ben 6 minorenni, uccisi per mano dell’esercito britannico inglese. Figli d’Irlanda che hanno lottato per la propria gente, per la propria terra e per le proprie tradizioni, morti con il sogno di riunificarsi alla propria patria dopo essere stati strappati da essa dai colonialisti britannici. Questa vernice nera e rossa su carta bianca è dedicata anche all’enorme forza dei cittadini del Bogside di Derry e ai parenti delle vittime, che dal 1972 ad oggi continuano a lottare senza mai demordere, per portare a galla la verità di quel drammatico giorno, facendo conoscere al mondo il triste significato di – “la tragedia del Bloody Sunday”. 

leggi di più 0 Commenti

mer

20

gen

2016

CATANZARO RICORDA IL SACRIFICIO DI JAN PALACH E LA PRIMAVERA DI PRAGA

È stato uno degli ultimi martiri europei insieme alle figure di Bobby Sands e i suoi compagni di cella, eppure tanti giovani non sanno chi era. Era un ragazzino di vent’anni, martire per la libertà del suo popolo, per liberare la Cecoslovacchia dall’oppressione comunista. Il suo nome era Jan Palach. Ma cos’era successo in quei convulsi giorni del tra il 1968 e il 1969? E chi era Jan Palach?

leggi di più 0 Commenti

mer

06

gen

2016

Catanzaro come ogni anno ricorda i camerati di Acca Larentia che morirono difendendo un ideale. 

Per Bigonzetti, Ciavatta e Recchioni, PRESENTE! PRESENTE! PRESENTE

leggi di più 0 Commenti

gio

31

dic

2015

Alpocat 'Regala un Sorriso' anche all'Epifania

Donati giocattoli e alimenti per famiglie bisognose in queste feste di Natale

leggi di più

sab

05

dic

2015

Truppe turche entrano in Iraq: si avvicina lo scontro?

Ankara, 5 dic – Appena ieri su queste colonne si illustravacome le petromonarchie del Golfo auspicassero l’invasione di terra della Siria, o almeno della sua parte orientale confinante con l’Iraq, finalizzata a creare un corridoio sunnita, fedele sia al Golfo sia ad Ankara, in grado di annientare la continuità territoriale tra quello che rimarrebbe, della Siria a ovest e l’Iran e la parte sciita dell’Iraq a est.

leggi di più 0 Commenti

mar

03

nov

2015

STANCHI DI UNA POLITICA CHE NON FA GLI INTERESSI DEL CITTADINO

leggi di più 0 Commenti

gio

01

ott

2015

Sede storica del Msi diventerà un B&B?

A Roma rischia di chiudere la sezione storica di via Ottaviano 9 in Prati. Il proprietario ha ottenuto che lo sfratto diventi esecutivo.

leggi di più 0 Commenti

ven

28

ago

2015

Erebor Camp. Nazionalisti di tutta Italia soggiorneranno per tre giorni al camping Cammello Grigio. Intervistiamo gli organizzatori del campo per capirne di più

leggi di più 0 Commenti

mer

29

lug

2015

Catanzaro, nazionalisti da tutta italia per l'Erebor Camp

Il movimento AlPoCat unitamente all'Associazione culturale Veneto Fronte Skinheads, a White Kriminals Crew e Fiamma Tricolore Catanzaro sono orgogliosi di presentare questa collaborazione per organizzare la terza edizione dell'Erebor Camp. Una tre giorni che avrà luogo il 4/5/6 settembre a Catanzaro presso il camping "Cammello Grigio".

leggi di più 0 Commenti

lun

15

giu

2015

È morto Rutilio Sermonti: una vita nella trincea dello spirito

L’interesse morboso dei magistrati che l’ha accompagnato fino all’attraversamento della soglia fra la vita e la morte lo considererà probabilmente un titolo di merito di cui fregiarsi in mezzo agli eroi, in qualche Walhalla. Quel che fa rabbia, semmai, è che Rutilio Sermonti, morto nella notte a 94 anni, sia stato disturbato nei suoi ultimi mesi di vita a causa di qualche demente mitomane che contava su di lui per dar visibilità al suo pseudo-ordinovismo da tastiera.

leggi di più 0 Commenti

mer

29

apr

2015

LE IDEE SONO PIU' FORTI DELLE FIAMME E DELL'ODIO

Da Milano a Catania, passando per Reggio Calabria, questo 28 aprile è stato segnato da violenze di ogni genere nel nome dell'odio antifascista.

leggi di più 0 Commenti

sab

25

apr

2015

ALPOCAT: VIA MARTIRI DELLE FOIBE E VIA EZRA POUND IL GIUSTO RICONOSCIMENTO AL NOSTRO AGIRE QUOTIDIANO ED ALL'IMPEGNO DI TUTTA LA COMUNITA' MILITANTE CATANZARESE

L’associazione culturale Al.Po.Cat. ritornare a parlare in merito alla targa commemorativa dedicata ai martiri delle Foibe collocata nei pressi dei giardinetti Nicholas Green, sul Corso Mazzini di Catanzaro.

leggi di più 0 Commenti

mar

14

apr

2015

Regione, si lavora per modificare la legge elettorale

Allo studio un disegno di legge che permetterebbe di estinguere il contenzioso davanti alla Corte costituzionale. La conferma di Bova (Dp)

leggi di più 0 Commenti

mar

14

apr

2015

CATANZARO SOTTO ASSEDIO, ALPOCAT: SERVE UNA RIVOLUZIONE CULTURALE

Parafrasando il titolo di un noto film degli anni ’70, che raccontava la violenza e la criminalità di alcune metropoli Italiane, anche il “capoluogo” calabrese ultimamente potrebbe essere lo scenario di una di quelle pellicole che tanto di moda andavano in quegli anni.

leggi di più 0 Commenti

lun

30

mar

2015

Teoria gender e famiglia: un rapporto combattuto

leggi di più 0 Commenti

sab

14

mar

2015

Memorial Massimo Morsello 2015, il movimento AlPoCat ricorda la figura di “Massimino”.

Siamo giunti all’undicesima edizione del Memorial Massimo Morsello e il movimento AlPoCat, anche quest’anno, si appresta a ricordare la figura di Massimo Morsello.

leggi di più 0 Commenti

gio

26

feb

2015

Negazionisti all'opera contro il ricordo

Gli ultimi due episodi a Brescia e Catanzaro: ennesime offese alla verità della storia

leggi di più 0 Commenti

mer

25

feb

2015

Imbrattata la targa in ricordo dei martiri delle Foibe

Alpocat: "L’episodio potrebbe essere occasione per ricordare alle istituzioni catanzaresi di riflettere su questi episodi vili "

leggi di più 0 Commenti

mer

11

feb

2015

CALABRIA10FEBBRAIO: CATANZARO RICORDA I MARTIRI DELLE FOIBE.

Foibe: Io non Scordo, è lo striscione che ha aperto la manifestazione organizzata nel Giorno del Ricordo delle vittime delle foibe.

leggi di più 0 Commenti

dom

11

gen

2015

Charlie Hebdo: tutto quello che c'è da sapere sul video choc

L’attentato al Charlie Hebdo ha scatenato istantaneamente, come ovvio nel Web 2.0, la consueta ridda di polemiche, e, su Facebook particolarmente, l’usuale esplosione di commenti di utenti che si scoprono tutto d’un tratto criminologi provetti, geopolitici di vaglia e esperti di balistica terminale di fama internazionale, aizzati da verosimili o presunti punti oscuri nella tragica vicenda.

leggi di più 0 Commenti

mer

07

gen

2015

LA CALABRIA RICORDA ACCA LARENTIA

"Acca Larentia: Chi combatte non muore mai". Lo striscione è campeggiato, nella notte tra il 6 e il 7 gennaio, sui muri delle città e dei paesi calabresi.

leggi di più 0 Commenti

sab

27

dic

2014

AlPoCat scende in piazza per dire basta all'aumento della vita quotidiana con un piccolo regalo nell'augurarvi Buone Feste.

La macchina della solidarietà targata AlPoCat non conosce sosta e soprattutto in questo periodo di feste, intensifica gli appuntamenti.

leggi di più 0 Commenti

sab

27

dic

2014

Alpocat, nel fine settimana raccolta giocattoli e alimentare a sostegno dei bisognosi

Un piccolo e semplice gesto potrebbe rappresentare molto per chi vive il presente con particolare difficoltà

leggi di più 0 Commenti

mar

25

nov

2014

Regionali, Alpocat:vince il partito della scheda bianca

Una protesta, spontanea e disorganica, contro il clientelismo il malaffare e la politica al servizio dei poteri forti e delle lobby quella di chi non è andata a votare 

leggi di più 0 Commenti

gio

23

ott

2014

Stefano Mellea (AlPoCat): NCD e UDC, giù le mani dalla nostra sigla.

leggi di più 0 Commenti

lun

20

ott

2014

Centro polivalente viale De Filippis: perplessità dell'associazione Alpocat

L'associazione non approva le modalità di assegnazione della struttura 

 

leggi di più 0 Commenti

mer

15

ott

2014

Dominio Mondiale e Moneta Elettronica – Rivelazioni Eccellenti

Dominio Mondiale e Moneta Elettronica

 

Le rivelazioni eccezionali di Aaron Russo sulla moneta

 

elettronica e il piano di dominio globale tramite il

 

micro chip umano RFID

 

►New World Order - anche Papa Benedetto XVI lo denunciò

 

e scrisse in merito, da cardinale, nella prefazione al libro

 

del professor Schooyans, "Nuovo Disordine Mondiale".

 

►Nuovo Disordine Mondiale – Il libro è oggi curiosamente

 

introvable in biblioteche e librerie

 

►Video in allegato: Aaron Russo rivela le confidenze di

 

Nick Rochefeller su Moneta Elettronica ed Rfid

leggi di più 0 Commenti

sab

06

set

2014

Erebor Camp II edizione

Le foto della seconda edizione dell'Erebor Camp.

leggi di più 0 Commenti
 Via Lungomare  88100 Catanzaro
Via Lungomare 88100 Catanzaro