STANCHI DI UNA POLITICA CHE NON FA GLI INTERESSI DEL CITTADINO

Catanzaro città millenaria, capoluogo di regione, si è ridotta come un semplice paese, con mentalità retrò e che qualsiasi sussurro, evento, fa notizia. Anche la più semplice e banale delle notizie fa scoop, come "la quinta volta consecutiva dell'isola pedonale" o le "telenovelas litigio dei nostri consiglieri/assessori" ... che notizie!!! mentre i problemi reali passano in secondo piano o alcune volte neanche annunciati per il quieto vivere di una città governata da pochi eletti. Scuola di magistratura, Ospedale militare, Casa dello studente, Universitá, Cittadella regionale, Anas, Stazione Ferroviaria, Stadio Ceravolo, Convenzione Bambin Gesù, Ospedale Civile. Piccole cose forse e di poco importanza per gli "eletti" visto il loro traslocare in altre città o verso il quartiere marinaro, nel silenzio più totale della classe politica o al massimo di un semplice e triste comunicato di dissenso. Tutto questo, nel corso degli anni, ha portato ad avere Catanzaro, un centro storico svuotato della propria vita, riducendolo come un piccolo borgo abbandonato e, ad avere il quartiere marinaro pieno di vita d'inverno e spogliarsi dagli studenti e dalla movida l'estate, unica cittá marinara italiana che gode di questo privilegio. Oggi nel 2015, l'attuale sindaco e consiglieri, che d'altronde sono gli stessi di vent'anni fa, unica differenza il cambio di banco nell'aula rossa, da consiglio eletto a opposizione, cercano di salvare il salvabile, cercando di riportare quello che un tempo si era tolto nuovamente nel centro storico, questa volta assumendo anche una figura competente, un addetto marketing e cercando di sfruttare lo studente, considerandolo risorsa. Domanda sorge spontanea. Ma tutti i consiglieri e assessori, pagati da noi cittadini da più di vent'anni, oltre a "rubarsi" lo stipendio e fatto qualche favore all'amico di turno, realmente per la città di Catanzaro cosa hanno fatto??? Di sicuro l'hanno affossata. Non ci resta che dire ai nostri "eletti", che le parole mare, sole, montagna, storia di Catanzaro, agricoltura, non sono semplici parole per una terra come la Calabria, ma possono essere fonte di turismo, di guadagno e di rilancio per una terra troppe volte disprezzata dallo stesso natio. Molte città italiane che non hanno tutto quello che offre la nostra terra, riescono a fare fortuna e Catanzaro che potrebbe vivere 12 mesi l'anno con il turismo, non riesce a concludere nulla di concreto e molte volte con il modo di fare del cittadino l'ultimo turista scappa. Concludiamo con la speranza che la prossima notizia sia a noi più lieve, non un litigio tra consiglieri, ma lo svolgere del lavoro in maniera efficace, per quello che sono pagati, per far risollevare realmente le sorti della città. Altrimenti tutti questi "eletti" si mettessero da parte, lasciando spazio a giovani con voglia di fare e liberando il cittadino dal voto di favore. A voi cittadini la scelta e l'arduo compito di voltare capitolo ad una città ormai da troppo tempo sfruttata.

Scrivi commento

Commenti: 0
 Via Lungomare  88100 Catanzaro
Via Lungomare 88100 Catanzaro