LE IDEE SONO PIU' FORTI DELLE FIAMME E DELL'ODIO

Da Milano a Catania, passando per Reggio Calabria, questo 28 aprile è stato segnato da violenze di ogni genere nel nome dell'odio antifascista.

I nuovi partigiani bruciano le librerie, sintomo di un decadimento umano e sociale frutto di paura e rabbia riversata sull'unica arma in nostro possesso: la cultura! Altri due gravi atti avvenuti sempre in questa notte, la devastazione di una sede di destra,luogo di aggregazione per molti giovani e la frantumazione di alcune vetrate del sindacato Ugl, da sempre impegnato nella difesa dei lavoratori. Scendendo verso il sud Italia apprendiamo che tal arcivescovo Morosini di Reggio Calabria ha vietato la celebrazione della messa in suffragio del defunto Benito Mussolini, ci chiediamo come e nel nome di chi o cosa possa accadere ciò, è un grave atto commesso da un uomo di chiesa che forse ha poco a che fare con essa mentre è più un comportamento giustificato per un tesserato di un partito politico, a priori di come la si possa pensare anche con le giuste cognizioni di causa laddove ci siano,crediamo che le preghiere siano esse dovute e celebrate per tutti, è poi compito di nostro signore decidere i buoni e i cattivi, chiediamo perciò una riflessione per un certo clero che vuole prendere il posto di Dio. Cosa che come dovrebbe non è avvenuta in una chiesa nel cuore della città di Catania, scelta di buon senso ma che invece non è stata ben accolta dai nuovi liberatori, che con molta impudenza sacrilega da buon copione nel cuore della notte, mentre la gente perbene riposa, hanno imbrattato con vernice rossa e simbologia non confondibile, le sacre porte di un edificio religioso. Tutto ciò deve a distanza di tanti anni farci riflettere senza se e senza ma. Bisogna smetterla di negare gli orrori di una guerra civile feroce che si combatté aspramente con troppe tragedie taciute,solo così si potrà trovare una vera pacificazione storica. Evitando l'esaltazione di fasce che fanno della distruzione e dell'odio la loro dirittura e la loro fede. Solo la cultura e il potersi rapportare e confrontare civilmente potrà sconfiggere chi nel nome di un falso ideale continua a commettere crimini vili.

Scrivi commento

Commenti: 0
 Via Lungomare  88100 Catanzaro
Via Lungomare 88100 Catanzaro