Un abuso dell'assessore Sgromo, Alpocat: Intervenga il Comune

Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Allo stesso modo fa la politica catanzarese, cambiano i volti dei consiglieri e degli assessori, cambia il primo cittadino, ma il vizio di fare mala politica nessuno di loro lo perde.

Dopo lo scandalo avvenuto mesi addietro nel comune di Catanzaro con il conseguente cambio degli assessori da parte del sindaco Abramo e l’inserimento di una nuova giunta tecnica, che doveva  garantire il meglio per la città di Catanzaro, ritroviamo negli atti protocollati un’anomalia. Agli Assessori comunali la legge dà il compito di dare "indirizzi politici" riservando la competenza della "gestione" all'apparato burocratico individuato dal legislatore nelle figure dei "Dirigenti comunali". Nel caso specifico proprio l'assessore allo sport Sgromo avrebbe "auto-derogato" alla norma firmando un formale atto autorizzativo di concessione di un "locale comunale" ad un’associazione con numero protocollo 32318 del 14 Aprile 2014. Quest’atto a firma dell'Assessore allo sport Avvocato Sgromo, autorizza un’associazione ad utilizzare a titolo gratuito un locale posto sotto la tribuna ovest dello Stadio Comunale "F. Verdoliva" sito in contrada Lenza. Addirittura l'atto autorizzativo di concessione è stato mandato anche per conoscenza al Settore Patrimonio dell'Amministrazione Comunale senza che lo stesso settore eccepisse nulla. Chiediamo allora pubblicamente al Segretario Generale del Comune di Catanzaro, al Sig. Sindaco e ai Dirigenti dei Settori Sport e Patrimonio di verificare se la procedura autorizzativa di concessione ad un privato di un immobile comunale a titolo gratuito, applicata dall'Assessore Sgromo è giusta oppure se è probabilmente in violazione a quelli che dovrebbero essere le cosiddette separazione dei poteri di indirizzo politico e gestione. Noi pensiamo che sarebbe stata più opportuna una Determina Dirigenziale, o una Delibera della Giunta, o meglio un Bando di gara, anche perché, sia chiaro, il movimento AlPoCat nel tempo ha prodotto tante richieste di utilizzo di spazi comunali e la risposta da parte dell’ente è sempre stata quella che in questo caso specifico è mancata: l’affidamento non può avvenire in maniera diretta. Una delle tante richieste fatte dal movimento AlPoCat, è stata quella dell’assegnazione dello stabile sito in via F. Cilea (parcheggi Bellavista), il quale riversava in pessime condizioni igienico sanitarie e che tutt’oggi è inutilizzato. La nostra intenzione era quella di creare un centro di aggregazione giovanile e laboratorio di idee, ristrutturando lo stabile e sollevando l’ente comunale da ogni spesa. Dopo la non concessione, il movimento chiede all’ente l’affidamento del campetto Aldisio con numero protocollo 42144 del 22 Maggio 2013; l’affidamento del gabbiotto in ferro situato in P.zza Prefettura per poter svolgere il servizio di info point turistico, con numero protocollo 69762 del 9 Settembre 2014; l’affidamento del centro di aggregazione sito in via Lombardi (prot. 44796 del 29 Maggio 2014) per il quale, in seguito alla nostra richiesta/denuncia di degrado, il comune ha emesso un bando di gara. Per ogni nostra richiesta protocollata la risposta è stata negativa o addirittura assente. Abbiamo poi notizie di molte altre Associazioni e soggetti privati a scopo Sociale e Culturale che hanno negli ultimi due anni fatto tante richieste al Comune di Catanzaro per la concessione in utilizzo temporaneo di spazi, locali ed immobili comunali per l'organizzazione di varie iniziative a carattere sportivo, culturale, aggregativo, sociale, e a nessuno mai è stato concesso nulla. Perchè allora la stessa procedura adottata dall'Assessore Sgromo non viene estesa a tutti gli altri richiedenti??? Qualora tale procedura non sia legittima, chiediamo pubblicamente al Sindaco, in caso di accertata violazione delle regole, di ritirare la delega allo sport all'Assessore Sgromo in quanto sarebbe probabilmente andato oltre a quelle che dovrebbero essere le sue prerogative istituzionali di Assessore comunale e di ritirare di conseguenza la concessione. 

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    associazione amore e cuore (lunedì, 16 marzo 2015 20:03)

    Avendo appurato del suo disappunto in merito all'autorizzazione del sig assessore Sgromo ci terrei ad evidenziarle che il sottoscritto Donato Saverio presidente della suddetta associazione più conosciuto come Ciccio il Paparino non ho ottenuto l'autorizzazione con raccomandazione ma per protesta perchèio per lo Stadio Francesco Verdoliva di Gagliano ho combattuto per più di 50 anni per la sua realizzazione, in oltre voglio sottolinearle che l'autorizzazione concessomi non è nè una camera nè un locale e nemmeno una stanza è semplicemente un sottotribuna adibito a stalla per cavalli puzzolente pieno di letame, spazzatura e fatiscente in fasedi sgretolazione che non è mai stata utilizzata da nessuno in nessun modo anzi ci tengo a dirle che è stato il sottoscritto a fare un favore al comune a rendere pulito e accessibile a proprie spese quel luogo per evitare fetori e infezioni ai ragazzi che frequentavano lo stadio, inoltre voglio evidenziarle che il sottoscritto dopo centinaia e centinaia di richieste di locali alla provincia, comune e regione a cui ho avuto sempre esito negativo e come lei anche io conservo tutte le richieste inoltrate ai vari enti protocollate che sarei anche felice di mostrarle è stata la primissima volta che ho avuto questa micro auorizzazione nonostante che la suddetta associazione è sicuramente la primissima in Calabria e in Italia per partecipazione alle rivendicazioni sociali e a tutti gli altri bisogni che ci sono nella nostra città e nella nostra regione ponendomi sempre in primo piano con sudore impegno e sacrificio economico personale. Quindi in conclusione io volevo solo chiarire che non volevo scavalcare nessuno ma ho agito secondo coscienza vedendo un angolo di una struttura in sfacelo e lasciata all'abbandono.
    la ringrazio per l'attenzione e mi fà piacere vedere dei giovani che si interessano alla città

  • #2

    Mov AlPoCat (domenica, 22 marzo 2015 16:11)

    Mi scuso per il ritardo di risposta, posso dirle che conosco la sua figura, persona che ha sempre protestato verso ciò che non andava bene in città e premetto che il movimento non ha nulla verso di lei o la sua associazione. Il nostro comunicato non è altro che una denuncia verso l'abuso perpetrato da parte dell'assessore Sgromo, visto che la sua figura non può apporre firme per dare in concessione cose di proprietà dell'ente comunale, ma deve solo indirizzare e per di più tutto ciò che è di proprietà dell'ente, anche una stalla, deve essere affidata tramite bando, o delibera di giunta

 Via Lungomare  88100 Catanzaro
Via Lungomare 88100 Catanzaro