Bufera sul Comune, striscione di AlPoCat a Palazzo de Nobili

Davanti la sede comunale un messaggio ad assessori e consiglieri

"Consiglieri e Assessori, clientelismo e favori". Recita così uno striscione a firma di Alpocat che stamane campeggia sui muri davanti a Palazzo de Nobili, sede del Comune di Catanzaro. Riferimento a quanto accaduto negli ultimi giorni sulla bufera giudiziaria in Giunta. Ieri, ricordiamo, c'è stata la presentazione della nuova squadra di Abramo.

 

LA NOTA DI ALPOCAT: Ormai la politica italiana è colpita sempre più da scandali, questo perché non viene più esercitata da persone con valori che fanno il bene della Nazione, ma pensano ai propri interessi ed al proprio portafoglio. Molti negli anni della democrazia sono stati gli eletti che hanno ricevuto avvisi di garanzia, molto i condannati, da Berlusconi ultimamente a D’Alema, a Bossi, Crisafulli, Visco, Cancellieri, Lezzi e tanti altri, tutte persone che hanno giocato con le sorti della nostra Italia. Possiamo affermare che, ieri, oggi e sicuramente anche domani, le nostre Regioni saranno sempre invischiate su qualche malaffare politico. Non da meno è la nostra Calabria, che si vide indagare 13 consiglieri della Regione per rimborsi illegittimi, per continuare con il nostro attuale Governatore Giuseppe Scopelliti, al quale il PM ha chiesto 5 anni di carcere per i reati di falso pubblico e abuso d’ufficio quando era Sindaco di Reggio Calabria, per arrivare infine a Palazzo De Nobili, nel cuore pulsante della città di Catanzaro. Consiglieri e assessori indagati per multe invalidate, telefonate erotiche, concussione, abuso d’ufficio, corruzione. E’ al quanto deplorevole sapere di essere gestiti da persone che pensano al proprio interesse, che fanno del clientelismo il loro stile di vita, che muovono i fili di una città a proprio piacere o per di più, per piacere di qualche famiglia massonica di Catanzaro che usa gli uomini in politica per il proprio torna conto. Non di meno la sinistra che oggi fa l’opposizione, pronta ad additare i rivali al primo campanello di allarme per uscirne a testa alta, ma complice di qualche interesse comune, pronta a fare comunella. In testa a dare il mal esempio, il candidato a sindaco Scalzo, il quale oggi, invece di conoscere meglio la città per una eventuale futura candidatura, fare l’opposizione e quindi gli interessi della città, preferisce fare l’assenteista nei consigli e lavorare a Bruxelles percependo ugualmente uno stipendio comunale come consigliere. Noi del movimento AlPoCat, fieri della nostra sana e pulita politica, della quale facciamo uno stile di vita senza nessun tornaconto personale se non per il bene comune della città, oggi additiamo tutti. La destra colpevole di una gestione fallimentare, la sinistra colpevole di uno scarso controllo. I nuovi assessori sono stati designati dal Sindaco dott. Sergio Abramo, assessori tecnici, i quali non dovrebbero avere nessun interesse politico è fare il bene per il cittadino, quindi si spera che anche essi non cadano in tentazioni. Noi saremo come sempre vigili, pronti a diffondere la verità alla città, pronti ad attaccare tutti coloro che sbaglieranno.

Scrivi commento

Commenti: 0
 Via Lungomare  88100 Catanzaro
Via Lungomare 88100 Catanzaro