Foibe: Alpocat non dimentica

Sabato scorso serata commemorativa per i ragazzi dell'associazione

CatanzaroInforma.it: Foibe: Alpocat non dimentica

Sabato 09 Febbraio 2013 i ragazzi del movimento Al.Po.Cat. hanno voluto ricordare, come di consueto, l’anniversario legato all’eccidio delle Foibe.

 

Riuniti per l’evento circa 20 giovani che, sfidando la fredda serata, si sono ritrovati sul Corso Mazzini di Catanzaro per un volantinaggio a cui poi è seguito un minuto di silenzio con tanto di fiaccole accese e tricolori al vento con ad aprire tutte le file bandiera nera in segno di commemorazione verso una delle pagine più drammatiche legate alla storia della popolazione Italiana.

 

Scendere in piazza in concomitanza di questa importante data è un modo, oltre per ricordare i martiri infoibati, anche per restituire memoria alla popolazione italiana di un dramma per troppo tempo negato e che, ancora oggi, non ha il giusto riscontro mediatico che merita. Ricordare e coltivare la terribile storia dei nostri connazionali è un gesto di rispetto necessario e dovuto nei confronti delle migliaia di vittime e verso tutti i profughi Istriani, Dalmati e Fiumani.

 

Ricordare, ma anche conoscere e sapere, verbi importanti e basilari quando si tratta l’argomento delle Foibe, poiché per toppo tempo in molti hanno preferito stendere un vergognoso velo di silenzio intorno le vicende che durante la seconda guerra mondiale e l’immediato dopoguerra ha visto in migliaia le vittime della ferocia del maresciallo Tito e delle sue truppe partigiane jugoslave.

 

Proprio a proposito del boia Tito sarebbe auspicabile, sempre in segno di rispetto dei nostri connazionali uccisi, che il Presidente Napolitano ritiri finalmente l’onorificenza di “Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana” assegnatagli  nel 1969 e, contestualmente, variare la toponomastica di molti comuni Italiani che vedono le loro vie e piazze intitolate in suo nome.

 

Al.Po.Cat.- ha fatto sapere in una nota -  con questo piccolo ma simbolico gesto ha voluto onorare tutti gli esuli, costretti a lasciare le proprie case e la propria terra, tutti gli uomini e le donne la cui solo colpa fu di essere Italiani e chi fu massacrato perché tale volle restare. 

Scrivi commento

Commenti: 0
 Via Lungomare  88100 Catanzaro
Via Lungomare 88100 Catanzaro